STATUTO COMITATO SAN MICHELE TIORRE

STATUTO COMITATO SAN MICHELE TIORRE

(Per partecipare, iscrizione tramite modulo on line)


Articolo 1 – SEDE – Il Comitato ha sede in Via Battisti 17/2 in San Michele Tiorre. La sede potrà variare secondo le esigenze e per decisione dell’assemblea degli aderenti.


Articolo 2 – SCOPI – Il Comitato è costituito ai sensi della L. 266 del 11/8/1991 quale organizzazione non lucrativa di utilità sociale ed è una iniziativa autonoma, pluralista, apartitica, volontaria, democratica.
Il principale scopo del comitato è la sensibilizzazione degli abitanti e della politica locale e dei suoi rappresentanti, verso la valorizzazione di S.Michele Tiorre tramite una serie di proposte oggettive e di iniziative concrete volte al miglioramento della salute, sicurezza e qualità di vita della frazione.
Il Comitato può farsi carico di singole iniziative, deliberate dal consiglio, in favore del sostegno di realtà locali, famiglie e quant’altro possa contribuire agli scopi statutari.

Articolo 3 – ADESIONE AL COMITATO – L’adesione al Comitato è riservata ai residenti o domiciliati (o in abitazione) in S.Michele Tiorre ed è libera, senza discriminazione di razza, sesso, fede religiosa, purché l’attività personale di ciascun aderente avvenga nel pieno rispetto delle leggi vigenti e non sia in contrasto con le finalità del Comitato. Il Comitato è indipendente da qualsiasi altra realtà, associazione, comitato, circolo, partito politico, azienda.

Articolo 4 – QUOTE ASSOCIATIVE – E’ possibile che tramite decisione condivisa (consiglio direttivo) e in caso di effettiva necessità, l’attività del comitato venga autofinanziata attraverso libere donazioni volontarie di piccola entità da parte degli aderenti al comitato stesso.

Articolo 5 – FONDO COMUNE – I contributi di cui all’art.4 costituiscono un fondo del quale il Comitato risponde nei confronti dei propri aderenti e per i quali ha l’obbligo di precisa rendicontazione documentata.

Articolo 6 – ORGANI E POTERI – Organo decisionale del Comitato è l’assemblea degli aderenti che decide a maggioranza (50%+1) dei presenti. L’assemblea degli aderenti elegge un Presidente, un Vice Presidente, un Segretario-Tesoriere i quali, insieme con gli altri consiglieri eletti dall’assemblea, compongono il Consiglio Direttivo del Comitato che sarà composto da un numero minimo di tre (3) e un massimo di sette (7) consiglieri. Questi organismi, che restano in carica due anni, hanno la rappresentanza del Comitato ed i poteri loro conferiti dall’assemblea.

Articolo 7 – RECESSO – Ciascun aderente è libero di recedere dal Comitato in ogni momento, dandone comunicazione al Presidente del Comitato.

Articolo 8 – CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA – L’Assemblea degli aderenti deve essere convocata dal Presidente (o dal Vice Presidente) almeno una volta all’anno per l’aggiornamento sulle attività tramite un rendiconto. Assemblee straordinarie possono essere convocate da qualsiasi membro del Consiglio Direttivo. L’avviso di convocazione dell’assemblea verrà recapitato agli aderenti con comunicazione scritta in posta elettronica/whattsapp, con almeno quindici (15) giorni di anticipo.

Articolo 9 – DURATA E SCIOGLIMENTO – Il Comitato rimane in vita fino a diversa decisione espressa dalla assemblea.

Articolo 10 – DIRITTI DEGLI ADERENTI – I promotori e gli aderenti hanno i seguenti diritti:
– eleggere e far parte del Consiglio Direttivo; – proporre azioni o iniziative, e seguirne gli sviluppi per conto del Comitato; – partecipare alle iniziative organizzate dal Comitato;

Articolo 11 – DOVERI DEGLI ADERENTI – E’ dovere di ciascun aderente: – partecipare alle assemblee convocate nel corso dell’anno; – impegnarsi per il raggiungimento dello scopo; – tenere verso gli associati un comportamento improntato alla correttezza, alla buona fede e al rispetto; – un minimo di riservatezza in quanto ai contenuti degli incontri attendendosi alle modalità comunicative di volta in volta decise in sede di consiglio;

Articolo 12 – ESCLUSIONE DEGLI ASSOCIATI – I promotori e/o gli aderenti che contravvengano ai doveri indicati dal presente Statuto possono essere esclusi dal Comitato con delibera del Consiglio Direttivo previa richiesta di comunicazione scritta (mail) contenente eventuali giustificazioni, da inviarsi ai contatti dell’aderente almeno 40 giorni prima della delibera di esclusione;
L’esclusione è prevista per i seguenti casi:
– inadempimento degli obblighi assunti da parte del promotore a favore del Comitato
– inosservanza delle disposizioni dello Statuto, di eventuali regolamenti o delle delibere e degli organi sociali.

Articolo 13 – PRESIDENTE DEL COMITATO – Il presidente del Comitato è anche presidente del Consiglio Direttivo, è eletto dall’assemblea tra i consiglieri, è rappresentante del Comitato nei confronti dei terzi, nonché in sede amministrativa e giudiziaria, cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea e del Consiglio Direttivo. In caso di impedimento del Presidente, il medesimo potrà delegare il Vice-Presidente a rappresentare il Comitato con gli stessi poteri a Lui conferiti.

Articolo 14 – COMPENSI – I Consiglieri ed il Presidente non hanno diritto a compensi in nessuna forma.

Articolo 15 – PATRIMONIO – Il patrimonio del comitato è costituito da: – donazioni volontarie dei promotori e degli aderenti su richiesta del consiglio direttivo; – contributi e liberalità ricevute su approvazione del consiglio e utilizzabili solo per gli scopi dello statuto e altrimenti da restituire o rimborsare. Non è possibile formare o distribuire o accantonare utili, eventuali somme residue versate e non spese vanno rimborsate a breve e in proporzione a quanto versato da ognuno, oppure donate ad associazioni o realtà locali su esplicita richiesta dei beneficiari del rimborso;

Articolo 16 – DESTINAZIONE DEGLI UTILI – Non è possibile il conseguimento di “utili” o avanzi di gestione. Ogni eccesso rispetto alle spese previste e rendicontate, deve essere rimborsato immediatamente e in proporzione ai versamenti effettuati da ogni socio.

Articolo 17 – CLAUSOLA COMPROMISSORIA – Tutti gli effetti del presente atto decorrono da oggi, il 01.04.2005 e per quanto non previsto dal presente atto si rimanda agli artt. 39/42 del C.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bright Size Lifes